Cos'è il Bitcoin?

qual è il Bitcoin BTC di criptovaluta

La storia di Bitcoin

Nell'agosto del 2008 il dominio bitcoin.org è stato registrato da un ente anonimo. Solo due mesi dopo una mailing list crittografica faceva circolare un link al white paper scritto da Satoshi Nakamoto. L'articolo descriveva un sistema progettato per le transazioni elettroniche in cui non c’era la necessità di affidarsi a una terza parte convalidante (come, ad esempio, una banca). All'inizio del gennaio 2009 la rete è entrata nella sua fase iniziale e il primo blocco della blockchain Bitcoin è stato minato.

Il primo blocco

Questo primo blocco è chiamato "Genesis-block”: il termine fa riferimento al primo blocco di una criptovaluta che utilizza la Proof-of-Work come algoritmo di consenso. Nove giorni dopo la sua creazione è avvenuta la prima transazione bitcoin da utente a utente. Nel corso di questa transazione lo scienziato computazionale Hal Finney ha ricevuto 10 BTC da Satoshi Nakamoto.

L'adozione di Bitcoin

Un anno dopo è stata registrata la prima transazione commerciale. Per quattro giorni il programmatore Laszlo Hanyecz ha provato a scambiare circa 10.000 BTC per due pizze grandi e ci è riuscito il 22 maggio 2010. Lo stesso anno è stato creato uno dei primi exchange online di Bitcoin, Mt. Gox. Con il passare del tempo, con l’aumentare del prezzo dei bitcoin aumentava parallelamente anche il numero di piattaforme che fornivano intermediazione per questa criptovaluta. Nel 2012 Gavin Andresen ha fondato la Bitcoin Foundation per decentralizzare il controllo e supportare e sostenere ulteriori sviluppi del progetto.

La caduta di Mt.Gox

Nel febbraio 2014 Mt.Gox è andato offline e sono iniziate a circolare voci sulle ragioni per cui la piattaforma non funzionava più. I responsabili della piattaforma di exchange online sostenevano di essere stati attaccati e che dei criminali avevano rubato circa 850.000 bitcoin nel corso di diversi anni. È subito sembrato evidente che la società non sarebbe sopravvissuta ai danni subiti e migliaia di clienti hanno perso i loro coin con poca o nessuna speranza di ritrovarli.

La scalabilità di Bitcoin

Nel 2016 è iniziato un dibattito tra diversi sviluppatori di Bitcoin su come risolvere il problema della scalabilità di Bitcoin. Siccome i blocchi Bitcoin possono contenere solo fino a 1 MB di dati, quanto più popolare è la valuta, tanto più congestionata diventa la rete. Molti sviluppatori hanno suggerito diversi tipi di soluzioni, ma senza raggiungere un consenso sull'argomento.

L'Hardfork di Bitcoin

La soluzione preferita tra quelle proposte per il problema della scalabilità era l'introduzione delle transazioni SegWit. Il processo SegWit aumenta il limite della dimensione del blocco della blockchain rimuovendo i dati relativi alla firma dalle transazioni Bitcoin. Tuttavia, alcuni dei principali sviluppatori e promotori di Bitcoin non erano convinti che questa nuova implementazione avrebbe risolto il problema e hanno deciso di separarsi. Questo ha causato una divisione della catena nella rete Bitcoin il 1° agosto 2017. La nuova valuta è stata chiamata "Bitcoin Cash". Il 23 dello stesso mese il protocollo di miglioramento SegWit è stato implementato sulla rete Bitcoin mediante una soft fork.

La specifiche tecniche di Bitcoin

Ticker Symbol BTC
Founder(s) Satoshi Nakamoto
Date of Release 3 January 2009
Consensus mechanism Proof of Work
Hashing Algorithm SHA256
Maximum supply 21.000.000
Average Block Time 10 Minutes
Mining reward 6.25 BTC
Average blocksize 1 mb
Next Block Halving 2020
Smart Contracts No

Il prezzo di Bitcoin

powered by Coinlib

Aspetti unici di Bitcoin

La comunità Bitcoin è convinta che, grazie alla privacy online e a una crittografia potente, le persone possano reinventare il modo in cui interagiscono tra loro. Possono in particolare proteggere se stessi e la loro identità. A causa della provata instabilità delle istituzioni finanziarie convenzionali, questo innovativo sistema di pagamento ha trovato molto consenso.

Senza terze parti

Il white paper scritto da Satoshi Nakamoto afferma che invece di affidarsi alla fiducia per stabilire un sistema di pagamento elettronico si potrebbero usare prove crittografiche. Questo consente scambi diretti tra due parti disponibili, eliminando la necessità di una terza parte fidata.

L'idea di Satoshi Nakomoto

L’idea alla base del sistema di pagamento proposto da Satoshi era l’utilizzo di prove crittografiche, con l’esecuzione di calcoli unidirezionali, che avrebbero reso le transazioni computazionalmente impraticabili da invertire . Questa caratteristica, insieme alla soluzione proposta da Satoshi al problema della doppia spesa, ha reso Bitcoin il primo metodo di pagamento elettronico (non governato da un'autorità centrale) di successo.

Perche utilizzare Bitcoin?

Si può fare un confronto tra Bitcoin e altre criptovalute; tuttavia, poiché è la prima criptovaluta e la più utilizzata, può essere più opportuno confrontarla con altre valute ampiamente utilizzate. Cosa rende Bitcoin una valuta utile da utilizzare rispetto alle valute tradizionali come l'euro?

Il modello economico deflazionistico di Bitcoin

In primo luogo, il modello economico deflazionistico di Bitcoin non è utilizzato dalle valute tradizionali perché sono controllate da governi centrali. A causa della natura centralizzata delle valute, l'offerta totale di tali valute può essere modificata dal governo in base allo stato di salute dell'economia. Bitcoin ha invece una fornitura totale fissa e c’è una quantità fissa di valuta che entra nell'ecosistema per ogni blocco. In altre parole, sono già conosciuti sia il numero attuale di bitcoin in circolazione, sia la quantità totale che sarà mai prodotta.

La natura decentralizzata di Bitcoin

In secondo luogo, la natura decentralizzata di Bitcoin la rende una rete affidabile da utilizzare durante le transazioni. La maggior parte delle transazioni nel mondo richiede almeno uno o più intermediari (banche, fornitori di pagamenti, rivenditori, ecc.). Grazie alla natura decentralizzata della rete Bitcoin, i servizi di queste terze parti non sono più necessari per convalidare transazioni e bilanci sulla rete.

L'immuabilité du Bitcoin

In terzo luogo, l'immutabilità della blockchain (il database sottostante ai bitcoin) lo rende un sistema potente in cui il termine “fiducia” viene ridefinito. I coin non possono essere mai spesi due volte e ogni transazione può essere rintracciata nella blockchain per sempre. Questo registro immutabile e decentralizzato rappresenta la piena trasparenza. E proprio questa trasparenza ha favorito l'adozione di massa di Bitcoin: nessuna banca o governo può offrire lo stesso tipo di funzionalità.

In conclusione

Bitcoin offre ovviamente molti altri vantaggi, come la velocità di transazione, le microtransazioni e la riserva di valore. Bitcoin si differenzia dalle altre criptovalute non solo perché è la prima e quella più di successo, ma anche perché è l'unica valuta che non ha rivali in termini di innovazione. La scarsità digitale decentralizzata che Bitcoin comporta è una caratteristica ancora insuperata nel monde delle criptovalute.