Spiegazione degli strati della blockchain

- 5 minute read

Luc Vesters
Marketing
Luc Vesters

Ogni blockchain è diversa. Eppure, tutte le blockchain hanno punti in comune. Le blockchain sono costruite in strati. Gli strati della blockchain sono diversi tipi di blockchain, ognuno con la propria funzione. I diversi strati assicurano che il mondo della criptovaluta possa continuare ad essere innovato e innovare. Con i continui sviluppi del mercato, le criptovalute stanno diventando sempre più attraenti e l’adozione continua a crescere. Al momento ci sono quattro diversi strati della blockchain. Per rinfrescare la memoria ricorderemo velocemente cos’è la blockchain, dopodiché spiegheremo cosa sono i layer, o strati.

Sommario

  1. Cos’è una blockchain?
  2. Cos’è uno strato della blockchain?
  3. Conclusioni

Cos’è una blockchain?

Una blockchain è una catena di blocchi di dati. Le criptovalute sono state create grazie alla tecnologia blockchain. Una blockchain usa un meccanismo di consenso, dove i nuovi dati vengono aggiunti e grazie ai quali le monete vengono messe in circolazione. Il funzionamento esatto varia da una criptovaluta all'altra. Ogni nuovo blocco che viene aggiunto contiene informazioni dai blocchi precedenti, creando una lunga catena che torna all’inizio.

Il modo in cui la blockchain è configurata è stato pensato dai fondatori e, nella maggior parte dei casi, è difficile da modificare. Come criptovaluta, devi cercare sicurezza, scalabilità, e decentralizzazione. In base a questi tre criteri, il fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha inventato il Blockchain Trilemma. Secondo lui, non è possibile sviluppare una blockchain con tutti e tre i criteri. Se si riesce a raggiungere due dei tre, la blockchain avrà problemi con l’ultimo criterio.

Cos’è uno strato della blockchain?

La tecnologia dietro una blockchain può essere molto complicata. Per molti investitori, significa anche capirne molto poco. Fortunatamente, non è obbligatorio sapere tutto sulla tecnologia della blockchain. Maggiore la tua conoscenza sulla blockchain, più facile sarà scoprire e comprendere nuove blockchain. Gli strati sono costruiti sulla blockchain. Al momento, ci sono 4 strati principali, ognuno con una funzionalità diversa. Non tutte le blockchain usano tutti e quattro i layer.

Layer 0

In pratica, le blockchain funzionano tutte in modo particolare e non possono trasferire semplicemente dati da una all’altra. Il layer 0 della blockchain permette ai layer 1,2, e 3 della blockchain di comunicare fra loro. Queste blockchain sono state sviluppate con l’idea di risolvere i problemi di scalabilità. Fra gli esempi troviamo Polkadot (DOT) e Cosmos (ATOM). Queste blockchain convalidano i dati fra tutti i layer 1,2, e 3 della blockchain. Queste devono poi convalidare nuovamente i propri dati sulle proprie reti. Per esempio, Polkadot usa parachain (blockchain parallele), blockchain di layer 1 che possono condividere informazioni con la blockchain di Polkadot. Spesso si può usare una blockchain di layer 0 per sviluppare la propria blockchain.

Layer 1

Il layer 1 assicura che la blockchain “funzioni”. È lo strato di base della blockchain ed è responsabile di assicurare che le transazioni possano essere effettuate sulla rete e che i contratti intelligenti funzionino. Inoltre, il layer 1 è responsabile di verificare gli indirizzi degli wallet, le chiavi pubbliche e private e i saldi dei token. La blockchain di layer 1 funziona tramite un meccanismo di consenso. Questi sono processi in una blockchain tramite i quali i nuovi dati vengono aggiunti alla rete. I due meccanismi di consenso principali sono il Proof-of-Work e il Proof-of-Stake. Bitcoin è una blockchain di layer 1 e usa un meccanismo Proof-of-Work dove i miner devono risolvere puzzle complicati per aggiungere un nuovo blocco di dati alla blockchain. Questo processo assicura che Bitcoin abbia una rete estremamente sicura. Uno svantaggio di Bitcoin è che la rete ha una velocità di transazione lenta di sole 5 transazioni al secondo (in confronto, Solana vanta di poter gestire 65.000 transazioni al secondo).

Layer 2

Per aumentare la velocità e la scalabilità di una blockchain, le blockchain layer 2 sono costruite su una blockchain esistente. Le blockchain di layer 2 prendono le transazioni dal layer 1, raccogliendole ed eventualmente facendole passare attraverso la blockchain di layer 1. Quali sono i vantaggi di questo? Il layer 2 permette alle blockchain di layer 1 di ottenere maggiore scalabilità, ottenere velocità di transazione più veloci e risparmiare energia allo stesso tempo. Il tutto mantenendo la sicurezza, la decentralizzazione e la trasparenza della blockchain.

Le blockchain di layer 2 funzionano con i cosiddetti rollup. Le due varianti più dominanti di queste sono i rollup ottimistici e gli zero-knowledge rollup. Entrambi i componenti raccolgono le transazioni ed eventualmente inviano una transazione alla blockchain principale. La differenza fra le due è che i rollup ottimistici funzionano tramite il proprio meccanismo di consenso (tramite contratti intelligenti) e gli zero-knowledge rollup funzionano on-chain (transazioni sulla blockchain) e off-chain (le transazioni non vengono implementate sulla blockchain). Un esempio di uno zero-knowledge rollup è la Bitcoin Lightning Network. Questa è una rete off-chain e dunque non usa il meccanismo di consenso di Bitcoin. Raccoglie le transazioni di Bitcoin fra gli utenti della Bitcoin Lightning Network. Quando vogliono regolare le operazioni, la Bitcoin Lightning Network invia una transazione alla blockchain di Bitcoin.

I rollup ottimistici permettono commissioni di gas ridotte e una maggiore scalabilità, ma questo porta a un tempo maggiore necessario per la registrazione della transazione.

Gli zero-knowledge rollup assicurano che le transazioni vengano eseguite più velocemente, con commissioni di gas più basse e che siano meno vulnerabili agli attacchi.

Layer 3

Infine, l’ultimo strato della blockchain (per ora), il layer 3. In questo strato, l’interfaccia utente delle blockchain di layer 1 o 2 vengono create. È il componente visivo tramite il quale gli utenti possono usare dApp delle blockchain. Il layer 3 funziona sugli smart contract, in modo che un utente non noti niente del codice della blockchain. Inoltre, il layer 3 ha anche funzionalità cross-chain (una transazione che coinvolge più di una blockchain), permettendo agli utenti di usare dati da diverse blockchain in un’applicazione. Questa componente è più o meno simile al layer 2, dove le applicazioni raccolgono dati ed eventualmente li inviano alla blockchain principale in una transazione.

Conclusioni

Gli strati della blockchain sono componenti della blockchain, ognuno con le sue funzionalità. Aiutano a capire la struttura delle blockchain.

Layer 0: assicura che diverse blockchain possano comunque scambiarsi informazioni. Tutto con lo scopo di aumentare la scalabilità e la velocità. Un esempio di blockchain layer 0 è Polkadot.

Layer 1: è responsabile della convalida delle transazioni sulla rete. Questo layer può essere considerato come le fondamenta della blockchain. Fra gli esempi di blockchain di layer 1 troviamo Bitcoin ed Ethereum.

Layer 2: è inteso per risolvere i problemi di scalabilità delle blockchain layer 1. Queste blockchain di layer 2 raccolgono diverse transazioni e le convertono in una transazione. Migliorano anche la velocità e hanno un costo dimezzato. Fra gli esempi di blockchain di layer 2 troviamo Polygon e la Bitcoin Lightning Network.

Layer 3: è il layer dove gli utenti interagiscono con ciò che vedono. Questo strato può essere usato per creare ogni tipo di applicazione come dApp, giochi, e DeFi. Fra gli esempi di blockchain di layer 3 troviamo Uniswap e Aave.